Finalità

L’intervento intende promuovere la creazione di partner chip tecnologiche pubblico-private per agende regionali di innovazione, che traguardino l’obiettivo di posizionare la Puglia rispetto alle sfide comuni fissate dalle Strategie di “Europa 2020” nei suoi tre temi complementari di Sviluppo intelligente, Sostenibile e Inclusivo, promuovendo azioni di partenariato collaborativo tra sistema della ricerca e sistema industriale, con specifica attenzione a processi inclusivi e di supporto tra iniziative imprenditoriali in fase di affermazione sui mercati quali start up tecnologiche) e imprese già consolidate (per settore o vita operativa).

Il bando punta pertanto a finanziare:

- progetti di ricerca collaborativa tra imprese e Organismi di Ricerca riconducibili alle linee di intervento Ricerca Industriale (RI) e Sviluppo Sperimentale (SS);

Il singolo progetto deve fare riferimento ad una delle tre aree prioritarie di riferimento della Smart Puglia (Manifattura sostenibile, Salute dell’uomo e dell’ambiente, Comunità digitali, creative ed inclusive) e riguardare l’utilizzo di una tecnologia abilitante KET tra quelle censite dall’Agenzia Regionale ARTI.

Beneficiari

-       Le imprese di grandi, medie  e piccole dimensioni in regime di contabilità ordinaria e loro Consorzi;

-       gli Organismi di Ricerca (OdR)

organizzati in Raggruppamenti, quali:

-       Associazioni Temporanee di Scopo (ATS)

-       Contrati di Rete (legge 3/2009 e s.m.i.)

-       Consorzio o Società Consortile

Il singolo Raggruppamento deve essere composto da minimo 2 massimo 9 imprese di cui almeno una PMI e minimo uno e massimo 3 OdR

Entità del contributo

Il costo minimo per singolo progetto candidato è di 300.000 euro
Il contributo massimo erogabile per singolo progetto è pari a € 1.500.000.000 euro

I costi per brevetti e diritti di proprietà industriale possono essere agevolati sino ad un massimo di 100.000 euro a progetto ammesso a finanziamento.
Gli aiuti a progetti di ricerca e sviluppo sono concessi nella forma del contributo in conto impianti.
L’intensità di aiuto per le imprese varia in ragione delle dimensioni e differisce per le attività di RI e SS.

Scadenza

Le domande dovranno essere presentate ­pena esclusione unicamente in via telematica attraverso la procedura on line disponibile dalle ore 12:00 del 10 febbraio 2014 e sino alle ore 14:00 del 10 marzo 2017.

Info utili

Clicca qui per scaricare il bando: