SCARICA QUI IL MODULO PER ISCRIVERTI ALL'EVENTO

 

Il Consorzio di Cooperative Sociali Reti Meridiane è una rete di imprese sociali nata nel 2006 con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo del territorio con modalità cooperative e partecipative promuovendo un luogo di condivisione, scambio e confronto tra agire imprenditoriale ed economia sociale.

È una realtà imprenditoriale interregionale, aderente a Federsolidarietà Puglia, quale organizzazione di rappresentanza del sistema imprenditoriale sociale, ben radicata nel tessuto locale grazie alla presenza di sette consorzi provinciali che ne costituiscono la base sociale, quali: ARANEA (FG), MERIDIA (BA), SOLIDALE (TA), EMMANUEL (LE), NUVOLA (BR), LA CITTA’ ESSENZIALE (MT) e MOLISE SOLIDARIETA’ (CB). Complessivamente la rete aggrega oltre 100 cooperative sociali e impiega oltre 3000 lavoratori.

Raccontiamo un’idea

ECSOLIS - ECONOMIA SOLIDALE E IMPRESA SOCIALE è l’evento promosso da Reti Meridiane e tutti i consorzi aderenti per confrontarsi su un tema di assoluta rilevanza: è possibile realizzare una nuova economia capace di integrare sostenibilità economica e impatto sociale positivo? L’impresa sociale ha bisogno di introdurre nuova visione e innovare lo stile di governance per promuovere una economia coesiva e collaborativa ad impatto sociale.

Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse e l’attenzione al sistema di impresa sociale da parte del mondo profit. La cooperazione sociale comincia ad esser considerata ben oltre la logica del “social procurement”,

ovvero dei rapporti di fornitura casuali avviati da imprese profit con realtà del terzo settore a dimostrazione dell’interesse crescente in tema di economia solidale.

Assistiamo ad un numero crescente di imprese for profit che rafforzano la propria competitività operando nel perimetro del valore condiviso in una dimensione di economia comunitaria, coesiva e collaborativa e alla nascita di nuove forme di organizzazione di impresa a finalità sociale che ridisegnano meccanismi di produzione del valore e ricombinano dimensione sociale ed economica.

Lavoriamo in trasparenza

Fa da sfondo alla giornata dedicata al tema della economia solidale e impresa sociale, il nuovo Codice del Terzo Settore (D. Lgs 117/2017) che massimizza il valore del lavoro di rete promosso dalla legge nazionale di riordino dei servizi sociali 328/00, consolida il principio di base del D. Lgs sulla impresa sociale n. 155/2006 offrendo la possibilità di acquisire la qualifica di impresa sociale a tutti gli enti privati, inclusi quelli costituiti nelle forme di cui al libro V del Codice Civile, che esercitano in via stabile e principale un'attività d'impresa di interesse generale, senza scopo di lucro e per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, adottando modalità di gestione responsabili e trasparenti e favorendo il più ampio coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e di altri soggetti interessati alle loro attività.

Contributi per crescere

L'interesse del mercato, la richiesta del territorio di risposte originali, innovative e inclusive a nuovi bisogni e la capacità di generare nuove soluzioni organizzative in linea con le opportunità normative, sono i punti di partenza della giornata dedicata al tema della ECONOMIA SOLIDALE per la realizzazione della quale saremmo ben lieti di poter fregiare la sua azienda di un riconoscimento per il contributo che vorrà fornire.

Sponsor

Main Sponsor

COMUNICAZIONE ONLINE

  • Visibilità su tutta la comunicazione on-line della manifestazione (sponsorizzazioni social e di traffico di ricerca)
  • Banner in home page sul sito dell’evento (posizioni di testa, dinamici, skin...)
  • Logo sulla newsletter dell’evento (posizione privilegiata - peso analogo al logo dell’evento)
  • Pagina dedicata nel sito dell’evento per spazio a progetto speciale dell’azienda

COMUNICAZIONE ON SITE

  • Logo su tutti gli stampati on-site (programma, segnaletica, manifesti, biglietti)
  • Proposta personalizzata per la valorizzazione istituzionale per prodotto o servizio aziendale - fascia A
  • Proiezione video promozionale su maxischermo all’interno dell’auditorium

COMUNICAZIONE ATL

  • Presenza del logo nella campagna dell’evento (locandine, volantini, etc.)
  • Campagna social

UFFICIO STAMPA

  • Coordinamento con ufficio stampa aziendale
  • per pianificazione comunicazione integrata

Golden Sponsor

  • Visibilità su tutta la comunicazione on-line della manifestazione
  • Banner in home page sul sito dell’evento (in spazio riservato per i Golden sponsor)
  • Logo su tutte le newsletter inviate in avvicinamento all’evento (in spazio riservato per i Golden sponsor)

COMUNICAZIONE ON SITE

  • Logo su tutti gli stampati on-site (programma, segnaletica, manifesti, biglietti)
  • Proposta personalizzata per la valorizzazione istituzionale o per prodotto o servizio aziendale - fascia B

COMUNICAZIONE ATL

  • Presenza del logo nella campagna dell’evento (in spazio riservato per i Golden sponsor)
  • Campagna social

Silver Sponsor

COMUNICAZIONE ONLINE

  • Visibilità su tutta la comunicazione on-line della manifestazione
  • Banner in home page sul sito dell’evento (in spazio riservato per i Silver sponsor)
  • Logo sulla newsletter dell’evento (in spazio riservato per i Silver sponsor)

COMUNICAZIONE ON SITE

  • Logo su tutti gli stampati on-site (programma, segnaletica, manifesti, biglietti)
  • Proposta personalizzata per la valorizzazione istituzionale o per prodotto o servizio

Soggetti proponenti

Consorzio interregionale Reti Meridiane e Consorzi di cooperative sociali Aranea (FG), Meridia (BA), Solidale (TA), Emmanuel (LE), Nuvola (BR), La Città Essenziale (MT) e Molise Solidarietà (CB)

*sono state avanzate richieste di accreditamento agli Ordini degli Avvocati Bari e ODCEC Bari

Programma

Bari, 13 novembre 2018
Camera di Commercio Bari

 

ORE 9:00
REGISTRAZIONE PARTECIPANTI

 

ORE 9:30 - 13:30
APERTURA LAVORI

Alessandro Ambrosi
Camera di Commercio Bari

Elbano De Nuccio
ODCEC Bari

Daniele Ferrocino
Alleanza delle Cooperative

 

RELAZIONE INTRODUTTIVA

Avv. Prof. Antonio Fici
Università degli Studi del Molise, curatore del volume “La riforma del terzo settore e dell’impresa sociale”, Editoriale Scientifica, Napoli, 2018

 

Impresa sociale e sviluppo locale: sostenibilità, impatto e coesione
TAVOLA ROTONDA CON

Anna Maria Candela
Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali
Assessorato al Welfare Regione Puglia

Stefano Granata
Gruppo CGM Consorzio Gino Mattarelli – Social Impact Agenda per l’Italia

Paolo Venturi
AICCON
Università di Bologna

Santo Versace
imprenditore co-chief executive officer of Gianni Versace SpA

Modera: Piero D’Argento
componente del Consiglio Nazionale del Terzo Settore

 

ORE 14:15 - 16:30
LUNCH - SESSIONE POMERIDIANA

 

GRUPPI TEMATICI DI LAVORO

 1) Social Impact Investment

Denise Di Dio
Politecnico di Milano Tiresia

Gli strumenti finanziari a sostegno dell’impresa sociale

Laura Penna
Deputy Head of Social Impact Banking Unicredit

 

2) Economie coesive

Flaviano Zandonai
EURICSE e IRIS NETWORK

Gli strumenti finanziari a sostegno dell’impresa sociale

Anna Maria Giordano
Responsabile Regionale Campania, Basilicata, Puglia e Calabria
Banca Prossima

 

3) Valutazione di impatto sociale

Federico Mento
Direttore Human Foundation

Gli strumenti finanziari a sostegno dell’impresa sociale

Ugo Stecchi
Direttore Banca di Credito Cooperativo Bari

 

ORE 16:45 - 17:30
PLENARIA DI CHIUSURA LAVORI

"L'imprenditore Sociale Smart"

Sebastiano di Diego
CEO Network Advisory

Gli strumenti finanziari a sostegno dell’impresa sociale

Michele Gravina
Responsabile Area Sud Banca Popolare Etica scpa

Costo partecipazione

60 € + IVA

 

SCARICA QUI IL MODULO PER ISCRIVERTI ALL'EVENTO

 

SCARICA LA BROCHURE

In data 21 Marzo 2018 il Consiglio dei Ministri ha approvato i decreti legislativi che, in riferimento alla riforma del terzo settore, prevedono l’integrazione e la correzione la disciplina delle Imprese Sociali e il Codice del Terzo settore.

Il comunicato stampa del Consigli dei Ministri n. 75/2018 evidenzia l’approvazione di decreti correttivi, in esame preliminare, che integrano e modificano il D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo settore) e il D.Lgs. 112/2017 (Revisione disciplina in materia di impresa sociale).

Le modifiche apportate al Codice del Terzo settore recepiscono le osservazioni formulate dagli stakeholder di riferimento e hanno come finalità il migliore coordinamento con la normativa nazionale e regionale vigente. Vengono riportate di seguito, alcune delle ulteriori principali modifiche disposte:

- viene integrato l’elenco delle attività di interesse generale esercitabili dagli enti del Terzo settore,

- è previsto che le organizzazioni di volontariato di secondo livello devono avvalersi in modo prevalente dell’attività di volontariato delle persone fisiche associate alle organizzazioni di primo livello che ne compongono la base sociale,

- sono previste integrazioni e correzioni in materia fiscale riguardanti la definizione della platea degli enti destinatari delle misure agevolative, anche con riferimento agli Enti filantropici,

- è aumentato il numero dei componenti del Consiglio nazionale del Terzo settore.

In materia di revisione legale dei conti, viene chiarito che, fermo restando il controllo contabile già previsto, l’obbligo di sottoporsi a revisione legale sussiste solo per gli enti del Terzo settore di maggiori dimensioni. Inoltre, per previsione statutaria, l’ente del Terzo settore può affidare la revisione legale dei conti, quando essa sia obbligatoria, all’organo di controllo interno, a condizione che in tale organo di controllo sia presente un revisore legale iscritto nell’apposito registro.

Riguardo le disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo n.112/2017 in materia di revisione della disciplina in materia di impresa sociale, le principali novità previste riguardano:

- l’adeguamento degli statuti delle imprese sociali,

- l’utilizzazione dei lavoratori molto svantaggiati e dei volontari,

- le misure fiscali e di sostegno economico.

Nello specifico, le nuove norme prevedono:

- l’introduzione di un limite temporale ai fini del computo della quota di lavoratori definiti “molto svantaggiati” dipendenti dell’impresa sociale,

- la possibilità, per le IPAB privatizzate, di acquisire la qualifica di impresa sociale,

- l’inserimento di una clausola di salvaguardia della normativa in tema di società cooperative, volta a garantire che le operazioni straordinarie avvengano nel rispetto delle finalità tipiche e dell’identità specifica dell’impresa sociale in forma cooperativa,

- l’introduzione di limiti più stringenti all’impiego di volontari nelle imprese sociali, con la previsione che l’azione dei volontari stessi debba essere aggiuntiva e non sostitutiva di quella dei lavoratori impiegati.

Sotto il profilo fiscale:

- è disposta la non imponibilità delle somme destinate al versamento del contributo per l’attività ispettiva e delle somme destinate a riserva e della imponibilità di qualsiasi distribuzione di utili ai soci, anche qualora ciò avvenga sotto forma di aumento gratuito del capitale nei limiti delle variazioni ISTAT,

- viene modificata la disciplina degli investimenti nel capitale delle imprese sociali, prevedendo che gli investimenti agevolabili devono essere eseguiti dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, e che la qualifica di impresa sociale deve essere acquisita da non più di cinque anni, allineando la disciplina a quanto previsto dalla normativa sulle start-up innovative già approvata da parte della Commissione Europea.

Giorgio Gentili.

save the date seminario riforma 4Un seminario sui temi: analisi dell'impatto su governance, bilancio e aspetti fiscali degli enti non profit.

Il Seminario è rivolto a dirigenti di P.A., cooperative sociali, enti non commerciali, ETS.

Un'occasione per capire come fare della Riforma un volano per la crescita dell'economia sociale e del territorio. Interverranno relatori esperti sul tema che hanno seguito la nascita del testo della Riforma e studiato l'impatto sulle singole organizzazioni.

La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria.
Per iscriverti compila il modulo di iscrizione allegato ed invialo via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il giorno 31 marzo.

unnamedSi è concluso il percorso di accompagnamento e consulenza alla stesura del modello organizzativo ex dgls. 231/2001 che Volare for no profit ha erogato in favore di 8 cooperative sociali e due consorzi: Coop. Soc. Le ali e le radici, Kairos, Agape, Arcobaleno, La strada, Emmanuel servizi sanitari, Ass.ne Comunità Emmanuel, Santo Eugenio, Consorzio Aranea e Consorzio Emmanuel. 

Il percorso ha rappresentato un'importante occasione per le realtà benificiare non soltanto nei termini di adempimento ad un vincolo normativo ma anche una significativa opportunità di apprendimento di modelli organizzativi efficaci per attiviare un riprensamento organizzativo a favore delle proprie realtà.

La raccolta e l'analisi delle informazioni ha condotto all'analisi dell'ente nel suo complesso al fine di individuare le attività sensibili ub relazione alla fattispecie di reato definite dal Modello organizzativo ex dlgs. 231/2001. Nel documento è stata effettuata una valutazione del sistema di controllo esistente all'interno dell'ente e del suo eventuale adeguamento per ridurre i rischi di reati. Il documento illustra anche l'analisi degli scostamenti tra l'attuale sistema di controlli e procedure e il modello di prevenzione dei rischi "ideale" ed ha come obiettivo quello di evidenziarne le carenze e valutare le necessarie azioni correttive per giungere alla redazione del definitivo Modello Organizzativo secondo quanto prescritto dal decreto.

Gli enti no-profit devono dotarsi di un modello di organizzazione conforme al d.lgs. 231/2001. (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica).

Volare for no profit offre consulenza nell'accompagnamento all'acquisizione di tale modello organizzativo. 
Info: tel. 3938516157 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.